Tra le Mura Fortificate del Salento

In passato e per diversi secoli il territorio del Salento e stato punteggiato da una selva di opere difensive come castelli, torri, borghi cinti da mura e fossati, masserie fortificate.

A partire dai Normanni sino agli Aragonesi e ai Borboni, ogni dinastia regnante ha voluto imprimere il suo marchio su strutture che raggiungono il massimo dello sviluppo e dell’estensione nella prima metà del Cinquecento, mettendo a frutto le moderne teorie sulla difesa dalle armi da fuoco.

La Torre Duchessa del Castello Aragonese di Otranto
OTRANTO Castello Aragonese - Torre Duchessa

Venute meno le principali ragioni di pericolo dal mare, nella maggior parte dei casi il fortilizio feudale viene radicalmente trasformato fra il Sei e Settecento in aristocratica residenza, cancellando i segni più riconoscibili del castello ed esorcizzando le antiche paure del nemico.

Non conoscono trasformazioni e si conservano invece quasi inalterate le sedi di guarnigioni militari, come avviene nei rinascimentali castelli di Lecce, Otranto e Gallipoli, impressionanti per imponenza e dimensioni.
Il castello di Otranto é oggi interamente visitabile anche all’interno: una passeggiata sulle terrazze regala una emozionante vista dagli alti spalti sul paesaggio circostante, in grado di spaziare liberamente dai tetti del bianco centro storico al blu profondo del mare. E’ stato restituito al pubblico anche il cinquecentesco castello di Carlo V a Copertino, fra i più estesi fortilizi dell’Italia meridionale: dotato di quattro possenti bastioni angolari e di un fossato, merita una visita soprattutto per il portale di accesso ricco di bassorilievi, per le maestose sale a piano terra, per l’ampio cortile interno e per la sua passeggiata sugli spalti.
Così come merita attenzione il castello di Corigliano d’Otranto, singolare esempio di un fortilizio che mantiene l’impianto di difesa con fossato, torri angolari e ponte di accesso, ma viene ingentilito nel prospetto da una barocca galleria di statue in pietra, raffiguranti le Virtù; in estate e possibile sorseggiare un fresco aperitivo al tavolino di un arioso caffè-lounge bar sulle terrazze, in un sito unico per panorama e contesto storico e artistico.
Infine, alcuni esempi di piccoli centri abitati in cui ancora oggi e possibile respirare l’atmosfera del borgo fortificato, diremmo anche pietrificato nella sua inalterabilità: a pochi chilometri da Lecce la frazione di Acaya conserva un borgo cinquecentesco ancora racchiuso dalle mura con fossato e difeso da un castello; nel Capo di Leuca i centri di Felline e Castrignano del Capo ci restituiscono immagini di un passato quasi immobile, che con ingenue torrette e anacronistiche mura continua testardamente a vivere nel presente.





Bed and Breakfast Salento
Latitudine: 40.15 Nord - Longitudine: 18.5 Est
Telefono: +39 0836 805350 - Cellulare: +39 329 2956361
Web: www.otrantobedandbreakfast.it - E-mail: info@otrantobedandbreakfast.it
Ritorna alla Pagina Precedente Stampa questa Pagina Invia questa Pagina ad un Amico